Il programma grazie all’Aspi formerà trenta medici. Introdotto sull’onda dell’emergenza Covid, offre una prospettiva importante per luoghi dove curarsi può essere complicato.

Leggi l’articolo completo del Corriere della Sera